Collegio Docenti

compiti e funzioni

Cosa fa

Presieduto dal Dirigente Scolastico è costituito dal personale docente di ruolo e non di ruolo in servizio nell’Istituto e precisamente:
– Docenti Scuola dell’Infanzia – n. 9
– Docenti Scuola Primaria – n. 37
– Docenti Scuola Secondaria di I grado – n. 75 di cui 14 con spezzoni orari

Il Collegio si riunisce in sessione unitaria o in sessione separata per ordine di scuola e opera anche per Dipartimenti, Commissioni o gruppi di lavoro per:

  1. Deliberare, ai fini della valutazione, la suddivisione dell’anno scolastico
  2. Formulare proposte per la composizione delle classi e l’assegnazione ad esse dei docenti;
  3. Elaborare il PTOF (Piano Triennale dell’Offerta Formativa;
  4. Valutare periodicamente l’andamento complessivo dell’azione didattica per verificarne l’efficacia in rapporto agli obiettivi programmati, proponendo ove necessario opportune misure per il miglioramento dell’attività scolastica;
  5. Provvedere all’adozione dei libri di testo, nei limiti delle disponibilità finanziarie indicate dal Consiglio d’Istituto;
  6. Promuovere iniziative d’aggiornamento e formazione per i docenti dell’Istituto ed iniziative di sperimentazione organizzativo-didattica;
  7. Deliberare in materia di funzionamento didattico dell’Istituto. In Particolare cura la programmazione dell’azione educativa al fine di adeguare i programmi di insegnamento alle specifiche esigenze territoriali in cui si opera e cerca di favorire il coordinamento interdisciplinare;
  8. Eleggere il comitato di valutazione degli insegnanti.
  9. Eleggere i propri rappresentanti per il Consiglio di Circolo e tutte le figure docenti a supporto del Dirigente Scolastico;

I compiti del Collegio dei Docenti sono definiti dal D .L. vo 297/94 e successive integrazioni ed è comunque l’organo sovrano nella organizzazione didattica e per quanto attiene la realizzazione di progetti rientranti nell’autonomia.

Il collegio dei docenti si insedia all’inizio di ciascun anno scolastico e si riunisce ogni qualvolta il Dirigente Scolastico ne ravvisi la necessità oppure quando almeno un terzo dei suoi componenti ne faccia richiesta; comunque, almeno una volta per ogni trimestre o quadrimestre. Le riunioni del collegio hanno luogo durante l’orario di servizio in ore non coincidenti con l’orario di lezione. Nell’adottare le proprie deliberazioni il collegio dei docenti tiene conto delle eventuali proposte e pareri dei consigli di interclasse o di classe.

Norma di riferimento: Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297 – Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione